Christian Vieri: mi fermo qua

Christian VieriBobo Vieri ha detto "stop". Alla sua carrie­ra spericolata, lastricata da oltre 270 gol che hanno reso decisamente meno rispetto a quanto sarebbe stato leci­to sperare. In particolare i 123 marcati con l'Inter sono stati più che mai infruttuosi. Insieme a Felice Borel, è l'unico calciatore ad avere vinto la classifica marcatori della serie a con un numero di gol superiore a quello del­le presenze: 24 reti in 23 partite nel 2002-03, con una media di 1,04 gol a ga­ra. Record su record, ma non solo sul campo verde. Bobone non si è mai fatto mancare nulla: forti emozio­ni in campo e fuori, in un'esi­stenza dove ha prediletto frequentare le compagne di avvincenti storie "rosa" (amiche, veline, tutte rigoro­samente a cinque stelle e re­golarmente gossippate...) più che i compagni di squa­dra.
Zingaro del gol (tredici squadre dalla c alla a spal­mate in 17 anni di professio­nismo sempre ad alto livello con un'escursione nella Liga con la maglia dell'Atletico Madrid), Vieri si è fatto gui­dare dal suo fidato procura­tore Sergio Berti (abilissimo nel far lievitare a vista d'oc­chio premi e ingaggi) che in­sieme a mamma Natalhie l'­ha guidato negli investimen­ti giusti, affidandosi soprat­tutto al mattone duro e pu­ro. L'unico cruccio che ali­menterà sempre i sonni dell'ariete dei due mondi (nato a Bologna ha vissuto a lungo in Australia) è quello della mancata partecipazio­ne al Mondiale vittorioso del 2006. Lippi, uno dei pochi al­lenatori al quale Bobo è sta­to devoto dopo averci litiga­to a brutto muso, gli ha tenu­to fede fino a quando è stato tecnicamente possibile. Ma, complice uno dei numerosi guai fisici causati dalle "sportellate" date e ricevute nelle aree di rigore di tutta Italia ed Europa, si è dovuto arrendere per cedere il pas­so al suo grande amico Pip­po Inzaghi che non si è fatto sfuggire l'occasione per ac­caparrarsi il titolo più im­portante nella vita di un cal­ciatore.
Bilancio - Nella sua car­riera, Vieri ha segnato 272 gol così distribuiti: 194 nei cam­pionati pro­fessionistici (142 in serie a, 25 in serie b, 24 nella Liga spagnola, 3 nella Ligue 1 francese col Monaco); 15 nelle coppe nazionali (14 in Coppa Italia, 1 nella Coppa di Lega francese); 27 nelle competizioni europee (10 in Champions League, 15 in Coppa Uefa, 1 in Coppa delle Coppe e 1 in Supercop­pa Europea); 2 nel Torneo Anglo-Italiano e 34 nelle va­rie nazionali (23 con la na­zionale a, 1 con la nazionale Olimpica e 10 con l'Under 21). É l'unico giocatore in­sieme ad Aldo Serena ad aver vestito le maglie di Mi­lan, Inter, Juventus e Tori­no.
Ha in bacheca lo scudet­to, la Supercoppa Europea e la Coppa Intercontinentale vinti con la Juventus nella stagione 1996-1997; la Cop­pa delle Coppe (Lazio 1998­1999) ed una Coppa Italia (Inter 2004-2005). Con i suoi 23 gol realizzati in 49 pre­senze, è al nono posto tra i migliori marcatori della sto­ria della Nazionale. Detiene inoltre con Paolo Rossi e Ro­berto Baggio il record di gol segnati da un calciatore ita­liano nella fase finale di un campionato del mondo (9).

Corriere dello Sport Venerdì 23 Ottobre 2009




Facebook Twitter

0 commenti

Cerca per atleta

Cerca per mese di pubblicazione


I tuoi commenti su Campioni dello Sport