Kakà al Manchester City? Le ultimissime

Mentre a Milano il tifo rossonero si ribella, il Sun rivela le cifre dell'offerta: 120 milioni di euro al Milan, altrettanti lordi al giocatore.
Il vice allenatore dei Citizens apre alla trattativa: "Siamo vicini all'accordo".


13.04 - Ancelotti:
"se Kakà Andrà Via Gli Obiettivi Non Cambieranno"
"c'è un trattativa in corso, il mio augurio è quello di poter allenare Kakà per tanti hanni.
C'è una valutazione da parte della società di un'offerta che è arrivata.
Kakà è fondamentale per questa squadra ma il Milan resterà competitivo anche se deovessimo perdere un giocatore così forte"
, ha detto Ancelotti in conferenza stampa.
"Kakà è un grande professionista e sta vivendo questa situazione con molta serenità.
Se dovesse andar via gli obiettivi non cambierebbero: puntiamo comunque a Uefa e Champions.
La scelta se tenere o meno il giocatore dipenderà dalla società."

12.05 - Reazioni Dalla Premier: "i Soldi Non Sono Tutto"
Il presidente del Wigan Dave Whelan a proposito della proposta choc per Kakà:
"È pazzesco pensare che sceicchi e petrolieri arabi vogliano pagare 100 milioni di sterline per un giocatore.
Se così fosse siamo davvero alla fine dei giochi."
A spiegare meglio lo stato d'animo di calciatori e allenatori inglesi è l'ex attaccante del Newcastle e della Nazionale inglese Alan Shearer:
"Stiamo parlando di un grande calciatore, forse il migliore al mondo, ma per un calciatore i trofei e il prestigio contano molto più dei soldi."
A fargli eco Cesc Fabregas, centrocampista e capitano dell'Arsenal:
"Una squadra non si costruisce solo col libro paga.
I soldi non sono la cosa più importante nel calcio"
, ha detto al Sun.

12.04 - Wenger: "offerte Fuori Dal Mondo Reale"
Il mondo del calcio inglese reagisce ai 130 milioni di euro - secondo il Guardian - offerti al Milan dal Manchester City per portare il campione brasiliano oltremanica.
"Il Manchester City sembra non vivere nel mondo reale, queste non sono cifre da mondo reale soprattutto in un momento di crisi come questo"
, ha detto l'allenatore dell'Arsenal Arsene Wenger al Guardian.
"Sta accadendo lo stesso di quando Abramovich ha rilevato il Chelsea - ha spiegato Wenger - Credo che se un club guadagnasse 100 milioni di sterline allora non sarebbe immorale spendere quella cifra per un giocatore.
Potrebbero dire: guardate, noi produciamo tanto e quindi possiamo spendere quello che vogliamo."

11.53 - Petizione Online, Già 5 Mila Firme
In poche ore la petizione online 'Kakà non si vende' ha raggiunto quasi 5000 firme.
Al sito firmiamo.it / kakà si legge:
"Ricardo Kakà è il presente e il futuro del Milan.
Allarmati dalle ultime news di mercato che registrano una colossale offerta proveniente dal Manchester City, chiediamo all'A.C.MILAN, attraverso questa petizione, di dichiarare 'incedibile' il cartellino del giocatore."

11.41 - Alle 13 Conferenza Stampa di Ancelotti
Il tecnico del Milan Carlo Ancelotti parlerà in conferenza stampa alle 13

11.27 - le Quattro Clausole di Kakà
Secondo il Sun sarebbero quattro le clausole che il brasiliano avrebbe richiesto per accettare l'offerta del City: che lo sceicco Bin Zayed resti alla guida del club, giocare la Champions entro due stagioni, che Robinho resti in squadra e gestire in proprio i diritti d'immagine.

11.07 - le Cifre Dell'offerta
120 milioni di euro alla società, altrettanti per blindare Kakà: il Sun rivela le cifre dell'offerta del Manchester City al giocatore, offerta che sarebbe stata proposta già un mese e mezzo or sono: quadriennale da 15 milioni netti a stagione.

11.03 - Seedorf: "offerta Pesante"
"L'offerta è pesante e da valutare."
Nemmeno un paio di mesi fa Clarence Seedorf disse che non gli sarebbe dispiaciuto un futuro nella Premier.
Anche Kakà non negò l'interesse.
Oggi che c'è un'offerta del Manchester City sul tavolo del Milan per 120 milioni di euro per la stella brasiliana, il centrocampista olandese tentenna:
"Con l'offerta fatta per Kakà - dice a Sky Sport News - quelli del Manchester City hanno voluto mandare un messaggio: vogliono diventare il club più forte al mondo e nel minor tempo possibile.
L'offerta è pesante da valutare.
Lui è giovane, ma gioca da sei sette anni nel Milan.
Chissà cosa passa per la sua testa, è una decisione che spetta a lui e anche alla sua famiglia.
È un'offerta seria e la valuteranno"

10.57 - Vice Allenatore City: "accordo Vicino"
Il Manchester City è "molto vicino" a Kakà: dopo le smentite di mercoledì alla maxi-offerta al Milan, il vice-allenatore dei Citizens Mark Bowen conferma che la trattativa con il campione brasiliano resta più che mai aperta.
"Stiamo presentando i nostri piani al giocatore - ha rivelato l'assistente di Mark Hughes -.
Speriamo ancora di ingaggiarlo.
Crediamo che l'accordo sia vicino.
Ovviamente è stata una sorpresa per tutti, ma la trattativa va avanti da tempo."

10.46 - "giu' le Mani da Kakà"
"Giù le mani da Kakà".
È la scritta trovata stamane sul marciapiede davanti alla sede del Milan, in via Turati a Milano.
I tifosi preparano la contestazione per la trattativa per l'eventuale passaggio della stella brasiliana al Manchester City.

10.24 -
"pronti Per la Piu' Grande Manifestazione di Protesta Mai Realizzata"
La 'minaccià dei tifosi del Milan è seria.
Se il Milan venderà di sua spontanea volontà il giocatore
"il tifo organizzato darà vita alla più grande manifestazione che una tifoseria abbia mai concertato."

10.00 - Effetto Domino.
Chi Sarà il Prossimo?
Altro che effetto domino, la vendita shock di Kakà che sta maturando in queste ore da parte dello sceicco Mansour bin Zayed (nome da tenere a mente per bene per i prossimi anni) porterà un vero e proprio Effetto Dominio.
Le tessere, per ora, sembrano tutte in Italia: il Manchester City non disturba i manovratori della Premier e attacca nel ventre molle del calcio d'elite.
Ora sono i 120 o 125 milioni di euro offerti per arrivare a svellere in piena stagione Kakà al Milan.
I prossimi sono facili da indicare perché di voci ce ne sono state tante e pure le riserve sul fatto che il Man City non giocherà le coppe tra un anno e adesso stia addirittura rischiando di retrocedere conta poco: Wenger perla giustamente di
"mosse inflazionistiche del mercato del calcio quando nel mondo dell'economia siamo alla crisi e alla deflazione: assurdo."

L'effetto domino può toccare chiunque, se è il Milan che deve piegare il capo di fronte allo sceicco che vuole investire oltre un miliardo di euro nel calcio per arrivare a vincere la Champions in tre anni: Buffon per 75 milioni di euro, e come farebbe la Juve a dire no? e De Rossi per 70: con la Roma che fa i conti per potenziere anno per anno la rosa.
Poi ci sarebbe Zarate: si parlava di un'offerta possibile da 30 milioni per Lotito (che col vecchio proprietario del City aveva un bel rapporot ma che ora avrebbe di che farsi venire rossore sulle guance).
Magari si può anche toccare quota 40 per Maurito.
E Trezeguet, che alla bella età che ha - magari (visti e sentiti i progetti di costruzione di un ciclo) - può rientrare fino ad un certo punto nei progetti dell'invasore arabo.
25 milioni e si fa il pacchetto.

Quello che si temeva, una totale destabilizzazione del mercato, sta diventando realtà: l'avevamo capito negli ultimi giorni del mercato estivo, con l'acquisto di Robinho.
Ora Kakà, prossimamente un tecnico magari di maggior spessore del Mark Hughes di oggi.
Mamma li turchi, gridavano sulle nostre coste meridionali quando vedevano le armate del Saladino avvicinarsi.
L'Arabo è tra noi, ormai, i tappeti rossi dei club italiani sono pronti.
Perché se deve aprire le porte il Milan di Berlusconi, l'uomo più ricco e potente d'Italia...

9.23 - la Rabbia Dei Tifosi
Cresce in queste ore la rabbia che prende il posto dello stupore fra i tifosi del Milan per l'ipotesi di cessione di Kakà al Manchester City.
È un tam-tam di siti on-line di fede rossonera, di chiacchiere al bar, di discorsi sui mezzi pubblici al ritorno dal lavoro o davanti alla tv.
Sopratutto il 'sentiment' generale è che l'attaccante vada veramente via.
"Ricardo non ha prezzo, non si vende per nessuna cifra al mondo"
, questa l'opinione.
Su più siti si legge una mail, una lettera aperta di un tifoso che recita:
"a nome del popolo milanista ci siamo organizzati nel predisporre una petizione anti-cessione di Kakà."
"Il tifo rossonero comunica - vi è scritto - di essere sdegnato, schifato dal solo fatto che la società possa anche aver solo pensato di accettare l'offerta, quando il presidente ha sempre detto che siamo una società diversa dalle altre, che non vendiamo le nostre stelle.
E adesso si sta sbugiardando da solo."

8.46 - Rivera: "contano Solo i Soldi"
"La maxi-offerta per Kakà? È la continuazione di un sistema che ormai si è impadronito del mondo occidentale: quello del denaro e del materialismo, rispetto a tutti gli altri valori.
Sembra la continuità di un percorso che s'è iniziato da tempo e sembra impossibile far tornare a livelli più accettabili."
Lo ha detto Gianni Rivera, capitano del Milan, commentanto le voci sul possibile trasferimento di Kakà dal club rossonero al Manchester City per una cifra che si aggira intorno ai 100 milioni.

8.00 - Portavoce Kakà: "ok Del Milan Alla Trattativa"
Il portavoce di Kakà, Diogo Kotschko, ha fatto sapere che il Milan non è più contrario a un dialogo fra l'attaccante e il Manchester City:
"Il Milan ha autorizzato la trattativa con il City - ha detto -.
Il prossimo passo è che il padre di Kakà parli con il Manchester City."
Tutto Sport Venerdì 16 Gennaio 2009


Facebook Twitter

8 commenti

  1. Anonimo  

    17 gennaio 2009 10:17

    Silvio non vendere kaka'!dai una lezione di stile milan dimostrando che non sempre vincono i soldi....ma anche il cuore!!

  2. Anonimo  

    17 gennaio 2009 22:26

    Se si vende Kakà bisogna sfruttare veramente i soldi che ci danno, perchè mi sembrerebbe un'offesa sprecare tutti quei soldi in attaccanti e centrocampisti che a mio parere sono più che sufficienti. Perciò si alla vendita di Kakà ESCLUSIVAMENTE se si utilizzano i soldi per un nuovo e più forte Milan.

  3. Anonimo  

    18 gennaio 2009 12:13

    kakà resterà... nessuno lo venderà!!!! I soldi non contano!!! Kakà è del MILAN e niente e nessuno ce lo toglierà, neanche 120.000.000 di euro!!!!!!!!!!!!!!!! RESTA KAKà, nn c'è squadra al mondo più FORTE del MILAN!!!!
    CiAo

  4. Anonimo  

    18 gennaio 2009 15:41

    caro kaka, pensaci bene a cambiare squadra,
    ricordati cosa è successo a scheva, una squadra come il milan non la troverai mai è difficile col Manchester City alzare la Champions League, a meno che questa non sia una mossa per andare al Real Madrid. IO MI AUGURO CHE TU CI RIPENSI E RIMANGHI AL MILAN.;:,.
    Milan club Ti ocio un ovo???

  5. Anonimo  

    19 gennaio 2009 19:48

    se la società...accetta l'offerta solo per i soldi, allora vado li' e li strozzo personalmente uno ad uno..!!! kakà non riuscirei a vederti in tv con la maglia di un'altra squadraa...NOOOOOO RIMANIIIII!!!!!!!!!!!!!

  6. Anonimo  

    19 gennaio 2009 21:18

    un solo grido un solo allarme milano in fiamme dai scherzo mi dispiacerebbe tanto ke kakà vadi via dal milan xk x il calcio italiano è una grave perdita !!!GALLIANI E BERLUSCONI NN VENDETE KAKà

  7. Anonimo  

    25 aprile 2011 16:40

    io odio la dirigenza del milan proprio dalla vendita del nostro e unico kaka. Spero che lui ritorni egli mando un abbraccio e auguri per la sua nuova bambina.
    ( KAKA TORNA A MILANELLO)

  8. Anonimo  

    25 aprile 2011 16:41

    io odio la dirigenza del milan proprio dalla vendita del nostro e unico kaka. Spero che lui ritorNI
    e ci facci vincere ancora

Cerca per atleta

Cerca per mese di pubblicazione


I tuoi commenti su Campioni dello Sport