Rocchi: già 80 gol con la Lazio

Ottanta gol con la Lazio. Ottanta volte Rocchi. Una galleria di prodezze da centravan­ti vero, da attaccante moderno. Profondità e contropiede, colpisce di destro e di sinistro, an­che di testa, specialità più rara. Ha una tecnica superiore alla media, gli sono mancati solo qual­che centimetro e un po' di potenza in più per en­trare stabilmente nel giro della nazionale, ab­bracciata dopo il Mondiale in Germania, sotto la gestione di Donadoni ct.
Alla Lazio, però, ha se­gnato un'epoca. E ha segnato tanti gol impor­tanti, decisivi (38 su 80, per la precisione). Fir­mando la salvezza con Caso e Papadopulo, il ter­zo posto e la Champions con Rossi, l'era Lotito.
É stato Rocchi il suo primo vero acquisto: 1,5 milioni di euro per la comproprietà dall'Empo­li, altri 3,5 per il riscatto.
É entrato nel cuore dei tifosi, è diventato il simbolo di una squadra che studia per tornare grande, come ha ricorda­to Rossi nelle ultime ore.
Storia - La luce di Rocchi si è offuscata solo negli ultimi mesi a causa delle Olimpiadi di Pe­chino e di una frattura al perone che ne ha pre­giudicato mezza stagione.
Quando stava entran­do in forma, si è infortunato di nuovo, riportan­do a Marassi uno stiramento. Alla Juve, che l'aveva scaricato dopo il settore giovanile, ha se­gnato l'altra notte il gol della vittoria. Tornando a graffiare in attacco come ai bei tempi. Que­st'anno, senza giocare molto ed entrando spes­so dalla panchina, ha già segnato otto gol tra campionato e Coppa Italia, appena tre meno di Zarate.
Il quinto bomber di sempre nel­la storia della Lazio. Ha appena staccato Puccinelli entrando nel­la scia di Piola, Signori, Chinaglia e Giordano. É arrivato a quota 80 con una regolarità impressionan­te: 18 gol a stagione per quattro anni di fila.
2004/05 - é il 16 settembre. Sul campo di Donetsk, in Ucraina, turno preliminare di Coppa Uefa, parte la favola di Rocchi e Pan­dev.
Caso schiera Tommaso in at­tacco accanto a Muzzi. E il cen­travanti veneziano al 29' st porta in vantaggio la Lazio con un dia­gonale dal limite dell'area.
Poi arriveranno il raddoppio di Cesar e il tris di Pandev, entrato proprio al posto di Rocchi. Il primo gol in cam­pionato arriva pochi giorni dopo a Brescia ed è una prodezza. Tommaso colpisce al volo di de­stro dal vertice sinistro dell'area di rigore e por­ta in vantaggio la Lazio.
Poi prenderà anche il cartellino rosso per un'entrata decisa su Bachi­ni. Parte quasi da esterno sinistro, diventa cen­travanti. E con Papadopulo è titolare fisso. Fir­ma il 3-1 nel suo primo derby contro la Lazio. A Verona, Bologna e Palermo sono gol decisivi per la salvezza. 2005/06 - Rocchi segna subito in Intertoto ai finlandesi del Tampere, poi si ripete in campio­nato. Entra nella rimonta fantastica sul Palermo con una doppietta: finirà 4-2 e con un abbraccio di gruppo a Rossi.
Segna ancora nel derby, ca­stiga Buffon e la Juve all'Olimpico, cresce anco­ra nel girone di ritorno: migliora il suo bottino, chiudendo il campionato a quota 16 gol.
Lo ispi­rano Di Canio e Pandev, che si alternano nel ruolo di spalla. Sono prodezze che trascinano la Lazio in Coppa Uefa, traguardo cancellato da calciopoli. 2006/07 - é la stagione più pro­lifica di Rocchi: 19 gol, di cui so­lo due su rigore, tra campionato e Coppa Italia.
Festeggia con un gol al Torino la nascita della pic­cola Camilla, sua figlia. A no­vembre firma una doppietta d'autore all'Udinese, nel girone di ritorno i suoi gol scandiscono la rimonta della Lazio, partita con l'handicap di tre punti e arri­vata sino al terzo posto che vale la qualificazione ai preliminari di Champions.
2007/08 - Il timbro lo mette con la doppietta decisiva di Bucarest, si fa perdonare l'errore dal di­schetto nella partita d'andata e trascina la Lazio nell'Europa che conta.
La prodezza nel derby non serve per fer­mare la Roma. Da applausi il cucchiaio con cui risolve la partita di Champions con il Werder Brema, porta la Lazio in semifinale di Coppa Italia e su rigore batte Doni nel derby di ritor­no, vinto grazie al gol di Behrami.
Chiude il campionato a quota 14 gol, ma nel totale sono ancora 19 considerando le Coppe. Bologna - Il resto è storia recente. Dopo l'in­fortunio, Rocchi torna al Dall'Ara e segna su lancio di Ledesma. Fa doppietta con il Siena, de­cide la partita con il Palermo prima di Natale. Il­lude la Lazio a Marassi, beffa Manninger al­l'Olimpico. E ora sogna la finale di Coppa Italia. Il primo gol a Donetsk in Uefa, poi altri 13 per raggiungere la salvezza con Papadopulo. Con Rossi sino al terzo posto Le doppiette con Dinamo e Werder in Champions la rinascita dopo i Giochi Decisivi ai fini del risultato ben 38 gol sul totale di 80
di Fabrizio Patania
Corriere dello Sport Giovedì 5 Marzo 2009


Facebook Twitter

0 commenti

Cerca per atleta

Cerca per mese di pubblicazione


I tuoi commenti su Campioni dello Sport