Luis Alberto Suarez

Luis Alberto Suarez, 22 anni, attaccante uruguaiano in testa alla classifica dei cannonieri (22 gol) insieme con il marocchino Mounir El Hamdaoui, classe '84, che ha trascinato al trionfo l'Az Alkmaar di Louis Van Gaal.
a Destra Nel Tridente di Van Basten - Suarez gioca sulla fascia destra nel tridente dell'Ajax: si muove accanto al centravanti argentino Dario Cvitanich ('84, 9 gol in Eredivisie), diventato l'erede di Klaas Jan Huntelaar (ceduto al Real Madrid durante il mercato di gennaio), mentre sul lato sinistro si alternano il serbo Miralem Sulejmani ('88, 10 gol in campionato) e l'olandese Urby Emanuelson ('86, 3 reti).
L'uruguaiano ha avanzato il suo raggio d'azione in Olanda: prima era un trequartista, giocava alle spalle degli attaccanti, ora ha cambiato posizione e fa la seconda punta.
Parte largo sulla fascia e si accentra, disorientando i suoi avversari con le sue finte. Ha conservato il doppio passo e il dribbling stretto dei fantasisti. La possibilità di partire defilato gli consente di non dare punti di riferimento ai suoi marcatori e di sfruttare la grande velocità.
Ha classe e inventiva, confeziona parecchi assist, ma segna anche con la regolarità di un numero nove, di una vecchia volpe dell'area di rigore.
la Scheda - Luis Alberto Suarez è nato in Uruguay, a Salto, a 498 km da Montevideo, vicino al confine con l'Argentina, nella stessa località di Edinson Cavani, attaccante del Palermo.
É stato lanciato dal Nacional di Montevideo, che dopo un anno da professionista l'ha ceduto - nel 2006 - in Olanda, al Groningen, un club che sui giovani ha avuto spesso un grande intuito, scoprendo elementi come Ronald Koeman e Arjen Robben.
Nel Nacional ha lasciato un segno importante: Luis Alberto Suarez ha vinto un campionato con sessantanove punti, dodici di vantaggio sul Defensor Sporting Club.
Con la squadra di Montevideo ha realizzato dodici gol in ventinove partite, trovando subito un posto da titolare: faceva parte di quel gruppo anche Jorge Martinez, da due stagioni al Catania, e l'allenatore era Martin Lasarte, che più avanti ha guidato i Millonarios in Colombia e ora è sulla panchina del Danubio.
Proprio Lasarte lo mandò in campo la prima volta il 3 maggio del 2005 contro l'Atletico Junior Barranquilla (Colombia) nella Coppa Libertadores.
un Talento al Servizio Della Squadra - Il Groningen l'ha acquistato nel 2006 spendendo settecentomila euro.
E dopo appena un campionato, durante il quale Suarez ha firmato dieci gol (due doppiette al Vitesse, fra andata e ritorno) in ventinove partite, ha ceduto l'uruguaiano all'Ajax per otto milioni di euro: una valutazione lievitata in così poco tempo anche grazie alle brillanti prove offerte da Suarez, in tandem con Cavani, durante il mondiale under 20 in Canada.
É stato il tecnico Henk Ten Cate a portarlo ad Amsterdam. E il suo debutto con la maglia biancorossa è stato splendido: 8-1 sul campo del De Graafschap, un gol dopo quarantadue minuti, tre assist (due per Huntelaar e uno per Maduro) e un rigore procurato a tempo quasi scaduto.
La sua prima stagione nell'Ajax gli ha permesso di consacrarsi con grande facilità: trentatré presenze e diciassette gol, questo il bilancio di Luis Alberto Suarez, alto un metro e 82 per un peso-forma di 81 chili, fisico robusto, in grado di superare anche l'insidia dei campi pesanti.
Van Basten l'ha scoperto e apprezzato, perché Suarez abbina a un talento purissimo la capacità di restare in sintonia con le necessità del collettivo, anche se spetta soprattutto a Emanuelson il compito di fare l'elastico sull'altra fascia (la sinistra) e di trasformarsi nel quarto di centrocampo in fase difensiva.
Stagione Super - Una maturazione tattica che ha completato agli ordini di Van Basten: Suarez sta vivendo con il tecnico di Utrecht la stagione più esaltante dei suoi tre anni olandesi.
Finora ha segnato ventidue gol in trenta partite: quattordici su azione e otto su rigore. Ha festeggiato due doppiette (all'andata e al ritorno contro il De Graafschap) e una tripletta (al Willem Ii).
Nel mese di aprile ha sempre colpito: una rete al Roda, tre al Willem Ii, una al Psv Eindhoven e una domenica scorsa in occasione del pareggio (1-1) con l'Az Alkmaar.
Piace al Barcellona - Suarez ha un contratto fino al 2012. E piace molto al Barcellona: Pep Guardiola ha inviato spesso un suo collaboratore in Olanda a visionare l'uruguaiano, che è ormai una colonna della nazionale "Celeste", diretta dal commissario tecnico Oscar Washington Tabarez: diciannove presenze e nove gol per Suarez, che ha esordito l'8 febbraio del 2007 contro la Colombia (3-1).
Suarez fa coppia in attacco, nel 4-4-2 di Tabarez, con Diego Forlan, 29 anni, ex Independiente, Manchester United e Villarreal, 22 reti nel campionato spagnolo con la maglia dell'Atletico Madrid.
Corriere dello Sport Martedì 28 Aprile 2009




Facebook Twitter

0 commenti

Cerca per atleta

Cerca per mese di pubblicazione


I tuoi commenti su Campioni dello Sport