Antonio Cassano e la Roma

Antonio Cassano esordisce con la maglia della ROMA l'8 settembre 2001, nella partita Roma - Udinese.
Da subito, per tutti gli osservatori, risulta evidente l'affiatamento e la straordinaria sintonia calcistica della coppia romanista TOTTI - CASSANO.
Tuttavia, per i tempi di maturazione richiesti ad un calciatore trapiantato da una società perennemente in bilico fra Serie A e Serie B, il Bari, all'interno di una squadra in grado di competere per i traguardi più ambiziosi, la Roma, la prima stagione non è esaltante.
Fortunatamente Cassano a Roma trova un grande conoscitore di calcio e campioni, Capello, il quale alternando "il bastone e la carota", continua il lavoro di evoluzione caratteriale che già Fascetti aveva intrapreso ai tempi del Bari.
I risultati sono sotto gli occhi di tutti, il campione barese è stato agli Europei di Portogallo 2004 il miglior calciatore italiano tanto da essere entrato nelle mire dei Galacticos del Real Madrid di Florentino Perez. Questa stagione non è certo cominciata nel migliore dei modi per i vari problemi muscolari che hanno afflitto il calciatore ed in più il caso Prandelli crea qualche preoccupazione per il futuro.
In ogni caso è bene fare i migliori auguri al mister visto che in questi casi, lo sport ed il calcio, per quanto possano considerarsi importanti devono passare in secondo piano.

Facebook Twitter

0 commenti

Cerca per atleta

Cerca per mese di pubblicazione


I tuoi commenti su Campioni dello Sport