Igor CassinaIgor Cassina è tornato. Il campione olim­pico di Atene esce dal tun­nel degli anni di poca glo­ria seguiti al grande exploit del 2004 e sale sul podio ai Mondiali di ginnastica a Londra: la sua sbarra sta­volta è di bronzo, ma vale quanto un oro perchè ri­porta il 32enne azzurro tra i grandi della specialità. In una finale tiratissima si è piazzato dietro al campio­ne olimpico Zou Kai, oro, e all'olandese Epke Zonder­land, argento.
"La dedica? Ai miei geni­tori, a mia sorella Mara e al mio allenatore. E poi co­sì si sfata la stupida diceria che il mio fan club porta male. Qui erano in tantissi­mi e ho gioito con loro. Questa medaglia mi dà una carica eccezionale per an­dare avanti. Fino alle Olim­piadi non voglio dirlo, cer­tamente per tutto il 2010. Adesso dovrò lavorare per aumentare la difficoltà del mio esercizio. I miei avver­sari sono cresciuti tantissi­mo, fanno cose straordina­rie e molti di loro propon­gono il "
Cassina", segno che ho fatto scuola" .
Corriere dello Sport Lunedì 19 Ottobre 2009




Facebook Twitter

0 commenti

Cerca per atleta

Cerca per mese di pubblicazione


I tuoi commenti su Campioni dello Sport